Massimiliano Andreoni‎

La mia Rosa
E’ sbocciata di nuovo
quando ormai non speravo,
serba in sé il suo mistero,
che neppure conosce.
L’ho esplorata,
agitato,
appassire ogni giorno,
imbrunire le foglie,
che sfuggenti cadevano,
ad ogni lieve carezza.
Anche incredulo e triste,
non per questo sconfitto,
l’ho coperta di cure,
terra, acqua e poi il sole.

Ora è lì rigogliosa,
nel suo rosso amaranto,
di velluto i suoi petali
col suo aroma fragrante.
Ed è il tempo perduto
per l’amore donato
che la rende preziosa
ai miei occhi e al mio cuore,
anche se nel suo orgoglio,
o nell’esserne ignara,
lei non sembra curarsene
ed aspetta la notte,
per richiudersi dentro,
e il mattino seguente
disvelare il suo rosso
che ogni giorno ricorda
il colore del cuore,
che si fa desiderio,
e che chiede di osare.
06 agosto 2019

Massimiliano Andreoni‎ 

[9 Visualizzazioni]
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com