Crea sito

«

»

Mar 15

Massimiliano Andreoni‎

Sangue


Lo scorgo in mare,
di un rosso così umano,
e di un bambino, 
la mano stretta al padre,
mentre negli occhi
gli è morta la speranza
e lo rivedo
appiccicato a un figlio,
che piange forte
perché è venuto al mondo.

Sangue dolciastro
intorno a me più scuro
finché un chiarore
mi illuminava il viso
e poi affannato
tossivo col respiro
di quel trapasso
già pieno di tumulto.

Lo stesso sangue
io l’ho sentito bene
scorrermi dentro
mentre mi graffi piano
e mi sussurri
un gemito che sale
e intanto fuori
il mondo si dissolve.

E questa sera
mi annebbia mente e cuore,
non so capire,
veleno o nutrimento
scorre più piano,
e cerca quella forza,
che va d’accordo
con chimica e ragione.

27 gennaio 2019

Massimiliano Andreoni
[6 Visualizzazioni]

Lascia un commento

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com