Fulvio De Marinis – Selene Salvi

Fulvio De Marinis

“L’ultimo canto di Sirena”
olio e oro su tela, 40×70 cm.
www.fulviodemarinis.it

La Sirena
“Non ricordo più da quanto tempo sono appollaiata su questa roccia solitaria. Non ricordo se qui sono nata o sono stata abbandonata. Mi circonda un mare cupo e silenzioso, attorno ho solo bianche ossa che luccicano in un eterno meriggio.<br>Sulla riva desolata nulla si muove, qui marciscono relitti di navi e corpi di marinai.
Alle volte lascio che il vento soffi tra le tibie e crei nuove melodie, così ho la sensazione che ci sia qualcun altro con me, il mio canto non è solitario. Affermo di conoscere passato, presente e futuro, ma mento. Ogni giorno i mucchi di ossa crescono ed io mi sento soddisfatta. Non è dal numero di prede catturate che si misura l’abilità del cacciatore? Appena scorgo una vela bianca all’orizzonte pronta modulo il canto e una leggera brezza versa la mia voce, dolce come il miele, in quelle ignare orecchie. La nave sarà portata a riva senza fatica. E’ lo stato d’incertezza che spinge a lidi sicuri o che si credono tali. Illusi! Non avvertirete crampi allo stomaco e la lingua gonfia non bramerà più liquidi. Vi consumerete lentamente dimenticando non solo la sposa e i piccoli figli, ma la vita stessa!
Eppure da quest’isola abitata solo dalle mie ossessioni cerco una via d’uscita.
Forse è in quella nave nera che avanza lentamente. Ma che succede? Perché passa oltre? La mia voce non è più in grado di rapire? Impossibile! Non sono stata io che ho domato con le mie melodie persino i rozzi Centauri? Chi sei tu che mi confondi, mi strazi e mi rendi così simile a quel tremendo mostro che con urla agghiaccianti richiama dagli abissi la mia lucente regina?
Ora so che neanche più questi sassi mi ascolteranno…”
Fissò per l’ultima volta la vuota lontananza e si lanciò dall’alta rupe, alla deriva.
Si racconta che le onde del mare rigettarono quelle penne fradicie in una terra assolata, dai contorni aspri. Qualcuno costruì proprio lì una tomba, ma nessuno ricorda più dove.
(di Selene Salvi)

[99 Visualizzazioni]
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com