Crea sito

«

»

Giu 19

43. Giorgio Melzi

OPERE

 

BIOGRAFIA

 

GIORGIO MELZI, pittore e scenografo milanese.

Artista poliedrico, fin dagli esordi, negli ultimi anni sessanta, Melzi ha improntato la sua opera al gusto per la continua ricerca.

Una ricerca di forme e linguaggi con i quali dare espressione al motivo fondamentale della sua ispirazione: la verità psicologica e sentimentale dell’esistenza.

Tante le varianti sul tema nel corso di oltre trent’ anni di appossionato lavoro creativo: dai paesaggi urbani, intrisi di forte potere evocativo, ai celebri e intimisti “cartocci”, dalle sensuali tele “maldiviane” alla più recente e fortunata serie “masai”, ispirata al nobile popolo africano.
Ecco come lo stesso Melzi definisce il senso della sua ricerca: “nella mia figurazione, che nei molti anni di professione ha mutato tendenze per spostanee esigenze di maturazione sentimenti sensazioni e concetti sono preponderanti sulla figura dipinta”.
E ancora: “ho sempre cercato, nella mia vita e nei miei quadri, il lato umano, la realtà basilare, la verità semplice dell’esistenza, rifiutando l’uomo macchina, l’uomo tecnologico, l’uomo finto”.
Nato a Milano, Melzi è legato da rapporti di stima e amicizia con gli esponenti di punta della scuola meneghina.
Le sue opere sono state raccolte in numerose rassegne, nazionali ed internazionali.
La critica più avvertita lo segnala come uno degli artisti più significativi dell’ultima generazione.
Non pago dei risultati finora raggiunti, egli è tutt’ora alle prese con le forme e colori nell’atelier di Via Altaguardia, a Milano.
Con questo sito si propone di favorire la conoscenza della sua opera e di avviare un dialogo con il suo pubblico, vecchio e nuovo.
L’apertura agli altri è infatti uno degli elementi forti della personalità dell’uomo e dell’artista: “….c’è soprattutto il sentimento che ogniuno degli spettatori vorrà riconoscere. E quando qualcuno scopre un motivo, un sentimento, un’idea differente da quanto sento io, ne sono particolarmente felice, perchè insieme creiamo uno spazio nuovo, da leggere e da costruire”.
Questo “spazio nuovo”, ora, trova la sua naturale collocazione nel mondo digitale.

CONTATTI

giorgiomelzi@yahoo.it

www.giorgiomelzi.com

[15 Visualizzazioni]