Crea sito

«

»

Gen 16

320. Filocamo Anna Maria ” Dalila”

anna dalila

OPERE

BIOGRAFIA

Anna Maria Filocamo nasce il 5 Gennaio 1960 a Polistena (RC). Passa l’infanzia a Basilea (CH) dove frequenta gli studi di lingua tedesca, rimanendo fino alla fine del 1974. Tornata in Italia riprende gli studi di lingua italiana e consegue il diploma di maturità come “Segretaria di Azienda”. Ma la sua passione è sempre stata il disegno che coltivava tra i banchi di scuola ritraendo spesso i compagni di classe con disegni fatti a matita, per poi passare alla china acquarellata con paesaggi intrisi di nostalgiche monocromie, approdando infine alla “pirografia”, una tecnica piuttosto inusuale con la quale ha avuto il suo iniziale approccio pubblico nella prima edizione del “Luglio Polistenese” partecipando alla mostra collettiva “Stiamo Insieme” Nel lontano 1984.

Successivamente ad un estemporanea, nella quale partecipa come unica concorrente con l’arte pirografica, incontra il critico d’arte Remo Alessandro Piperno, proprietario della galleria “Il Ponte”, il quale rimane colpito dalla straordinaria fantasia delle sue opere, ma non approva la monocromia della sua tecnica e si esprime con una frase molto significativa: “Signora, si faccia un bagno di colore!”

La frase pronunciata dal critico Piperno suscitò nell’artista un momento di profonda riflessione: “Forse non aveva avuto il coraggio di sognare a colori?” Anna Maria fu subito incoraggiata dalla madre che le regalò una valigetta contenente i suoi primi colori ad olio!

Iniziò così il suo percorso artistico ed il sogno al quale anelava sin da bambina. La sua formazione da autodidatta le permise di seguire un lavoro fatto di ricerca e sperimentazione. Ben presto capisce che quel duro lavoro le consentiva di entrare nella materia pittorica lasciando intatte le sue ispirazioni fantasiose, che venivano rappresentate con uno stile del tutto spontaneo e personale. Si convince così, che l’espressione creativa più autentica la si raggiunge soltanto se liberi da precetti e regole che potrebbero influire sul dinamismo della propria fantasia.

L’istruzione artistica presso un istituto d’arte, le avrebbe certamente facilitato l’acquisizione delle tecniche, ma contemporaneamente avrebbe limitato con i suoi principii la percezione della propria sensibilità, dentro la quale spesso un artista si riconosce unico ed irripetibile nel trasmettere le proprie emozioni. La Filocamo acquisisce così uno stile originale e riconoscibile.

 

Ha partecipato a mostre collettive ed estemporanee, vincendo numerosi premi. Ha allestito mostre personali suscitando consensi ampiamente confermate nel corso degli anni.

Inserita nel Dizionario Enciclopedico D’Arte Contemporanea nl 1998/99.

Ha ottenuto il riconoscimento di grado superiore di accademica Corrispondente da parte dell’Accademia Greci Marino (Accademia del Verbano Lettere/Arte/Scienze).

Ha realizzato progetti per vetrate artistiche e loghi per aziende ed associazioni.

Ha partecipato a concorsi nazionali con poesie e racconti brevi.

Nel 2005 ’ stata scritta una sua biografia nella collana sugli Artisti Polistenesi “L’ Arte Calabrese tra il Novecento e il Duemila” dal Prof. Antonio Floccari, rinomato scrittore Polistenese, nella quale viene pubblicata anche una delle sue composizioni poetiche dal titolo: “Emergere”.

Nel 2008 vince la pubblicazione della sua fiaba per bambini, edita dalla casa editrice EDIGIO’.  Fiaba inserita in Antologia, nella collana “Le Storie di Gio’, e come edizione singola con il libro da lei composto “ La Danza di una Farfalla” dove ha curato anche le illustrazioni interne e la copertina.

Ha collaborato con riviste letterarie tra le quali: “NUGAE” diretto da Michele Nigro, realizzando  la copertina per il trimestre Nov/Dic/Gen del 2007 con la composizione pirografica “ Thot” il Dio degli scribi, e l’articolo interno dedicato a Thot,

e con la rivista a carattere religioso: ”VOCI DELL’ANIMA”, diretta da Annarita Petrini , con le opere “Emergere” ( Pittorica e Poetica) e “ Trinità”. (www.mooncity.it).

Nel 2008 figura tra i prescelti per la pubblicazione “dell’Antologia Visual Letteraria” (raccolta di testi e immagini) del portale “BRAVIAUTORI”. Nella sua prima edizione, vengono pubblicate la poesia” Sono qui” e tra le opere pittoriche: “Serena”.

Nel 2009 nella serata Polistena in Versi “Narrativa –Prosa-Poesia”, organizzata dall’associazione Teatro Stabile di Polistena, viene inserita nel volume dedicato ai più autorevoli scrittori contemporanei polistenesi due opere poetiche dal titolo “Notti senza stelle” e “Questi miei pensieri”.

Altre informazioni e recensioni sono visibili sul sito www.braviautori.com/dalila.htm

 

Hanno scritto di lei:

Pochi artisti si dedicano alla pirografia ottenendo risultati pregevoli. Tra i pirografi italiani possiamo citare Anna Maria Filocamo, un artista calabrese della provincia di Reggio Calabria che lavora sul legno, componendo quadri figurativi in cui realtà e sogno si fondono. Le immagini che Anna Maria propone sono spesso, visioni fantastiche di figure femminili che si librano leggere per trovare una dimensione dove spaziare liberamente …

I volti si incontrano e si incrociano alla ricerca di sé. Le figure sembrano volare attraverso paesaggi … dove tutto è sogno…uno sfogo di un’artista che ha trovato, proprio nella pirografia il mezzo più idoneo per raccontare i propri sentimenti, i propri desideri più intimi…L’arte per Anna Maria è un pretesto per ridestare la fantasia ed è un mezzo per tenersi viva con la convinzione di avere “dentro ancora tanto da raccontare e da desiderare. (Dall’art. dell’11 novembre 1997 su “MONZASPRINT” di Assunta Currà)

 

Dal 1998 Anna Maria Filocamo cambia il suo stile artistico, questa volta intingendo il pennello nei colori che fanno rivivere sulle tele uno spazio ritrovato, quello della semplicità, quello di un silenzio antico, di case diroccate su cui riposano ciuffi di erba verde secca, balconi di ferro battuto e fioriti. Porte di legno antico e finestre dai vetri opacizzati dagli anni. Un tempo che riporta al passato, alla quiete di un vivere lento secondo natura. (Tratto dall’art. del 13 ottobre 1999 del “QUOTIDIANO DELLA CALABRIA” di Franco Pagnotta)

 

Vite intense, vite tormentate, vite vissute senza risparmiarsi mai… e come uno specchio dell’anima l’arte diventa per l’uomo il momento più alto per esprimere ciò che ha dentro. Meritiamo un’altra vita, più giusta e libera. E’ questa la sensazione che traspira dall’intimo dell’animo di ogni artista chiuso nel suo mondo piccolo ma che diventa grande nella fase della rappresentazione. Anna Maria incarna lo spirito dell’artista vero nelle sue opere che non mancano di gusto e originalità. Sono opere frutto di una cultura mitologica ben radicata, di un attaccamento ai valori tradizionali, di una dedizione alla famiglia. Semplice, mai esagerata come il suo stile di vita attaccata alla sua terra di cui tratteggia vicoli, i luoghi, i posti che dalla tela emergono pieni di vita, lasciano trasparire quasi animati, quanto tra segreti, storie, silenzi raccolgono da un tempo innominato. Non importa cosa rappresenta ma come lo rappresenta. Non importa dove e quando. La matrice è unica: il desiderio di vivere la vita e viverla davvero. (Antonio Nesci – Giornalista).

 

All’artista non è sufficiente la realizzazione del soggetto attraverso simboli chiarificatori del rappresentato con l’obbiettivo estetico di essere speculare della parvenza di ciò che fu. In tali opere la Filocamo è tutta attratta dal mondo ellenico… di qui la motivazione della presenza di quelle colonne che sorreggevano i templi dedicati alle divinità e le greche, chiaramente, sono il simbolo di una delle età più auree della storia dell’umanità, anche esse, però vittime dell’implacabile falce demolitrice del tempo… Vi è pure, un volto misterioso di donna, con i canoni classici dell’avvenenza codificata. Che guarda con gli occhi dell’umano che rimane deluso dal fluttuare dei marosi della vita che fanno naufragare anche le più semplici speranze. (Tratto dal libro “L’Arte Calabrese tra Novecento e Duemila” edito nel 2005 dal Prof. Antonio Floccari).

 

Anna Maria Filocamo ha già al suo attivo lusinghieri successi, in parecchi concorsi di pittura. Proprio le sue affermazioni nelle estemporanee, che si svolgono solitamente con un tema obbligato e nell’arco di una sola giornata, l’hanno fatta conoscere ed apprezzare come paesaggista sensibile e ricca di talento. Notevoli sono i quadri che raffigurano scorci di centri storici, casucce fruste e apparentemente abbandonate che la pittrice anima con un uso accorto di mezzi toni e ombre. Tra le altre ricorderò “Spiritello” il cui edificio in rovina si carica di un fascino particolare, come se fosse popolato di presenze arcane. Eppure la più autentica ispirazione di Anna Maria Filocamo si indirizza verso altri lidi: lei ama il surreale, l’astratto, una pittura libera da schemi e da vincoli di ogni natura dove la sua creatività è libera di spaziare come i gabbiani proiettati nel turchino di un cielo senza tempo, solcato da una vela che è un brandello di spartito musicale. Un colore sfilato, fatto di tocchi rapidi e impressionistici, domina le composizioni: tutto appare come intravisto oltre il velo d’acqua, intriso di umori o di vento, in una fluttuare di forme nell’incertezza dello spazio. Sono immagini che, nonostante la ricchezza di colori, restituiscono il senso della solitudine, il desiderio inappagato di chi attende inutilmente lo svelarsi di un mistero, la rivelazione di una verità che si mostra. Nelle profondità (o nelle superfici) di questo mondo vibrante iniziano ad emergere e a prendere consistenza, forme precise e lucide che prendono via via il sopravvento e occupano spazi altamente pensali, recuperando profondità e volume. Ad Anna Maria, che ha avuto il padre Giuseppe apprezzato cultore di chitarra e il cui fratello Marcello è un raffinatissimo Maestro di pianoforte, non può sfuggire certo la musica della vita. Ella, recando nel proprio genoma, lo stigma dell’arte, si conforma a magiche e incantate simmetrie: La classicità degli stilemi magnogreci che chiudono i larghi spazi dove, in apparente disordine, giacciono forme vivacemente colorate, richiama gli spazi infiniti della realtà virtuale, una realtà che un tempo avremmo definito surreale e che ormai appartiene al nostro quotidiano.

I suoi quadri più recenti dopo la gavetta artistica di autodidatta che è passata attraverso al disciplina del pirografo, sono un trionfo di colore. Un colore che restituisce, senza raffigurarle, a volte umide profondità, a volte calore di aride pianure, a volte fredde e metalliche altezze. I dubbi sembrano qui acquietati per fare spazio alla pura contemplazione di un magma policromo. Forme in cui talvolta si crede di riconoscere fiori, e scogli, e alghe, ci conducono in un universo simbolico dove il simbolo è lo stesso meditato tono del colore, capace di evocare emozioni, sensazioni, stati d’animo che in alcuni casi conoscevamo, che in altri appaiono manifesta scoperta. E’ questo, in estrema sintesi, che può dirsi peculiare dell’opera della Filocamo, l’operare su quelli che sono gli elementi propri del fare pittorico: linea, colore, spazio, svincolati da qualsiasi elemento narrativo o didascalico. E’ attraverso questa via che i dipinti si caricano di valori universali che, a seconda dello stato d’animo dello spettatore, riescono ora moderni ora potentemente arcaici…quasi che, risvegliando in noi immagini sopite, possano farci partecipi di esperienze archetipe intensissime.

(Tratto dalla presentazione del Prof. Franco Mileto sull’artista Anna M. Filocamo al “Caffè Letterario” estate 2005).

 

 

Elenco Mostre Personali – Mostre Collettive – Concorsi

 

.1997 – Mostra Collettiva – S. Giorgio Morgeto – (RC).

. Dic.”97 – Mostra Collettiva – Melicucco – (RC).

. 20.06.98 – Estemporanea – S. Costantino Calabro – (VV).

. 01-02 Ago.98 – Mostra Collettiva – Polistena – (RC).

. 1998 – 1° – Concorso di Pittura S. G. Morgeto: IV° Posto generale e Premio Giuria P.

. 11.08.98 – Estemporanea – Polistena – (RC).

. 23.08.98 – Estemporanea: IV° Posto – Opera  Segnalata – Francica – (VV).

. 1998 – Estemporanea: “RiconoscimentoEstate 98   Tropea-arte – Tropea – (VV).

. Nov/Dic 98 – Concorso Nazionale Salsomaggiore Terme – (Parma).

. 23-29 Mag.99 – Mostra   Personale, Palazzo Iannace – Pizzo Calabro.

. 19.06.99Concorso NazionaleSegnalazione di Merito– (Foggia).

. 20.06.99 – EstemporaneaDiploma d’Onore– Rosarno – (RC).

. 27.06.99 – Estemporanea –  S. Costantino Calabro – (VV).

. 04.07.99 – Estemporanea –  Dinami.  (VV).

. 25.07.99 – EstemporaneaTarga Opera SegnalataSolano Superiore – (RC).

. 27-28 Lug.99 – Mostra Collettiva Polistena – (RC).

. 31.07.99 EstemporaneaIII° Posto” di Dasà – (VV).

. 01.08.99 – Estemporanea – Ciano di Gerocarne – (VV).

. 03.08.99 – Rassegna Nazionale d’Arte “Opera Segnalata“- Filadelfia – (VV).

. 07.08.99 – EstemporaneaI° Posto– Polistena – (RC).

. 08.08.99 – Concorso di Pittura – Maropati – (RC).

. 08.08.99 – Concorso di Pittura “Nunzio Bava” – Bagaladi – (RC).

. 18.08.99 – Concorso di Pittura San G. Morgeto – (RC).

. 22.08.99 – Estemporanea: “III° Posto “- Francica – (VV).

. 8-11 Mar.00 – Mostra Collettiva “Donne in festa 2000” – S. Onofrio – (VV).

.16-25 Apr.00 – Mostra Collettiva “Arte in Vetrina” – Tropea – (VV).

.1-26 Giu.00 – “Medaglia/Premio Accademia Internazionale Robur– Mostra – (Foggia).

. 16.07.00 – Estemporanea San C. Calabro – (VV).

. 01-12 Ago.00 – Mostra Personale – Polistena – (RC).

. 3-20 Ago.00 –  Mostra/Concorso Salone delle Feste “II° Posto” – Polistena – (RC).

. 13.08.00 – Estemporanea “II° Posto” –  Francica – (VV).

. 18.10.00 – Nomina di Accademica Corrispondente” – Accademia Internazionale

“GRECI MARINO” (Accademia del Verbano) – Vinzaglio (NO).

. 13-20. Dic.00 – Mostra Personale Pro Loco – Polistena – (RC).

. 24-26 Feb.01 – Mostra Personale – Cittanova – (RC).

. 06.01.02 – Mostra Collettiva – Rizziconi – (RC).

. 23.12.02 – Natale Gioiese “III° Posto – Gioia Tauro – (RC).

. 14.01.03 – Mostra Collettiva – Gioia Tauro – (RC).

. 23.08.03 – Concorso Regionale “III° Posto– Cinquefrondi – (RC).

. 31 Lug.- 02 Ago.04 – Mostra Collettiva – Polistena – (RC).

. 14.08.05 – Concorso / Mostra – Sinopoli – (RC).

. 20.08.06 – Mostra Collettiva – Rosarno – (RC).

. Mag. 2010 – Concorso/ Mostra di pittura – Santià – (Vercelli).

. 06-20. Giu.10 Mostra Personale – S. Lucia del Mela – (ME).

. 03.08.10 – Mostra Personale -Villa Misiti – Cinquefrondi (RC).

. 25.07.13 – Mostra Personale – Corti Aperte – Polistena (RC)

. 01.06.14 – Mostra “Scuole Aperte” – Ist. Tecnico Industriale – Polistena (RC)

. 26 Lug. – 2 Ago.14 – Premio Pizzo Diana Musolino – Pizzo Calabro – (RC)

.11-25 Gen. 15 – Biennale Internazionale Arte di Palermo – Palermo

CONTATTI

sito: http://www.braviautori.com/vetrine/dalila/

email: annamaria.filocamo@gmail.com

cell: 3738198430

[26 Visualizzazioni]