Crea sito

«

»

Giu 12

16. Stefania Verderosa

OPERE

a casa

BIOGRAFIA

Nata a Palermo il 21 settembre del 1960  inizia molto giovane a dipingere ma decide di divulgare il suo lavoro solo nel 2008, dopo aver trovato la sua strada artistica. Laureata in scienze agrarie ha in sé maturato un grande rispetto per l’ambiente e nel contempo una grande passione per l’arte contemporanea; ciò  l’ha condotta al dipingere  “libere espressioni polimateriche” i suoi quadri infatti, sono realizzati con materiali inconsueti come plastica, carta, cocci di vetro, paglia per imballaggi, oggetti  spesso protagonisti nella vita quotidiana di ciascuno ma di scarto nella civiltà dei consumi; questi vengono da lei  reinterpretati, non come un  semplice assemblaggio, ma come un tramite, un espediente per rendere concrete e visibili le sue emozioni più remote e per comunicare e condividere il desiderio di fare la sua parte nella salvaguardia dell’ambiente. Dal 2012 entra a far parte del Movimento Energy Tracks fondato da Ciro Lauto.

 

“Ciò che a prima vista colpisce delle opere di Stefania Verderosa è la matericità pittorica, la scelta di seguire una forma espressiva che si colloca fra pittura e scultura, nel territorio di quell’Arte di Mezzo frequentata da chi sente la necessità di offrire ai sensi dell’osservatore qualcosa di più di una semplice stesura cromatica senza alla fine dover rappresentare plasticamente il soggetto.

E soprattutto quando il soggetto è dato dai propri pensieri “poetici” , quando è più urgente l’afflato creativo, la rappresentazione pittorica dà i suoi più alti risultati.

Il colore di fondo si aggruma come intorno ai pensieri e gli inserti cromatici si incastonano come parole nella metrica di una composizione poetica che ci racconta una storia, una sensazione, un sentimento…”

(Beppe Palomba) – Accademia della Bussola – mostra  “Al Centro dell’Arte” –  Studio Arte Quattro – Roma

 

“La materia è protagonista del lavoro e delle opere di Stefania Verderosa, che trasfonde la Poesia dei suoi versi in un’interpretazione pittorica che utilizza una tavolozza che ha un che di prezioso, come se le pietruzze utilizzate portassero un’eco di terre lontane, di favole raccontate sotto le stelle. E’ una straordinaria capacità di trasfigurazione quella che quest’artista esercita sul crinale che sta tra arte figurativa e il pensiero scritto che si fa poesia” (Beppe Palomba) – Accademia della Bussola – mostra “Ab Ovo”  – Napoli, Castel dell’Ovo, Sala delle carceri.

 

“ L’opera artistica di Stefania si sviluppa lungo un percorso culturale in cui si comincia a dubitare della concezione che il mondo si stia progressivamente avviando verso le condizioni di paradiso terrestre. Tremende guerre assurde, la distruzione continua del pianeta e dell’ambiente naturale dovuta ai rifiuti tossici industriali, catastrofi tecnologiche, la crescente aggressività che caratterizza i rapporti umani, tutto ciò è presente nelle opere di Verderosa, che tende a recuperare il suo rapporto con il mondo attraverso a sua azione poetica e pittorica.

Si tratta quasi sempre di poesie visive, poesie colorate, ottenute con materiali che danno grande forza espressiva al suo slancio artistico. In tutto ciò la realtà viene trasfigurata per potere essere accettata nella sua durezza. Le caratteristiche di queste opere sono: una magnificenza cromatica che non disdegna anche tonalità abbaglianti, un gusto per gli effetti decorativi,una predilezione per l’ornamento nella fusione di forme astratte e figurative. Si avverte, nelle opere, lo splendore cromatico dell’arte orientale con le sue complicate forme cesellate (come le ceramiche del Marocco), l’influenza della pop art per l’utilizzo di materiali di scarto della società consumistica. All’interno dell’unità cromatica si nasconde la vibrazione sospesa fra incantesimo e tensione emotiva. In questa luminosità, che è anche chiarezza e rivelazione, si svela e si rivela nell’artista l’esplorazione simbolica nel profondo, quasi a voler esorcizzare le angosce del nostro vivere.  (Pino Nicoletti) – Esposizione Arte Internazionale – Mediateca provinciale – Palazzo dell’Annunziata – Matera.

 

La pittura di Stefania Verderosa è la dimostrazione evidente che la perfetta alchimia dell’immaginario artistico si fonda: sulla qualità della materia cromatica, sulla migliore scelta delle tinte e dei toni (in “accordo pulsionale” tra loro) e sul “flusso empatico” delle idee (quanto più prorompente possibile) che l’artista riesce a stabilire tra l’impianto estetico e stilistico della sua opera e quella che sarà, poi, la lettura che, di quel lavoro immaginifico, ne farà il suo fruitore creativo. Ne deriva un rapporto “inter/relazionale” quasi “connettivo” tra l’artista e la sua opera, e tra l’opera e il fruitore, che ricorda quello delle sinapsi: ovvero della comunicazione delle cellule nel tessuto nervoso. Rapporto emozionale e comunicativo, dunque, assai suggestivo e “vibrante” che, nella pittura di Stefania Verderosa, può far conto sulla relazione esistente tra il linguaggio del disegno e la potenza espressiva del colore, oltre che su una serie di forme fantastiche che sollecitano – all’introspezione romantica – l’Io freudiano che alligna dentro di noi insieme con l’Es di scuola junghiana. (Rino Cardone)

 

Le opere presentate alla “Rassegna Internazionale Plagi”alla Globalart dell’artista Verderosa si potrebbero associare all’artista Yves Klein, famoso pittore francese, esponente del Neo-Dadaismo europeo. All’interno di quest’opera si potrebbe trovare una lunga serie di risorse riconducibili alla tonalita’ del blu . La capacità dell’artista, che per passione esprime nei suoi lavori spreco del consumismo, coinvolge o e delinea emozioni. Attraverso la stesura magica e ricca di velati misteri, ogni pezzo nascosto nell’impasto cromatico, raccoglie le intimità della vita quotidiana nonché il silenzio assorto del mondo. (Galleria Globalart)

MOSTRE PERSONALI E COLLETTIVE.

2008 – Istituto Maria Angelica Miliziano – Palermo.

2009 –  Istituto Maria Angelica Miliziano -Palermo.

2010 – L’Arte della Fuga- Al Maschio Angioino- Napoli – Accademia della Bussola.

2010  -Istituto Maria Angelica Miliziano – Palermo.

2010 – Premio Arte X – dedicato alla pittura contemporanea.

2010 – Premio Terna 03 – Arte contemporanea.

2010 –  Studio Arte Quattro – Roma – “Al Centro dell’Arte” – Accademia della Bussola.

2011 – Selezionata in “Accademia Telemarket” e passaggi televisivi settimanali delle opere più recenti.

2011 – Lover passion art in Rome – Palazzo Margani , Roma.

2011 -Ab Ovo  – Mostra a Castel dell’Ovo a Napoli.

2011 – Esposizione a tematica ecologica “La materia Ri-Nata” – Galleria GARD- Roma.

2011 -Fossili futuri – Museo di Paleontologia di Capri – Centro Cerio.

2011 – “Stop allo048 degli oggetti” – Mostra d’arte contemporanea sul rifiuto e sulla malattia. –  Centro Fieristico “La Ciminiere”- Catania.

2011- Catalogo online Museo del riciclo by Ecolight.

2012 – “La luce e il segno” – Coronary art – Gallery  – Roma

2012 – “Più falso del vero” – Sala Carlo V – Museo civico Maschio Angioino – Napoli.

2012 – RiarTeco 2012 – Biblioteca delle Oblate – Firenze.

2012 – Mostra Evento SpoStart a cura di Graziano Cumberli.

2012 – Mostra Internazionale a cura di Pino Nicoletti –  Mediateca Provinciale – Palazzo dell’Annunziata Matera.

2012 – Partecipazione a “FABBRICAIMMAGINE EVENTI” – Blogspot.com.

2012 – “Stop allo048 degli oggetti” . 2° ed. – Mostra d’arte contemporanea sul rifiuto e sulla malattia. –  Centro Fieristico “La Ciminiere”- Catania.

2012 – Arteinvestimenti – Palazzo Reale – Milano.

2012/2013 – Partecipazione al progetto da “scarto a risorsa”  – “L’arte per l’evoluzione” organizzato da Globalart e il comune di Noicattaro (Bari).

2013 – Rassegna Artistica Internazionale  “Plagi”. A cura dello staff della galleria Globalart. Noicattaro (Bari)

2013 – Arteinvestimenti   – Hotel Master – “La grande quercia” –  Brescia

2013 – Riarteco 2013 – Biblioteca delle Oblate – Firenze

2013 – Riarteco 2013 – Loggia della Mercanzia – Genova

PUBBLICAZIONI

L’arte della fuga / Accademia della Bussola. – Napoli, 2010.

Al Centro dell’Arte / Un evento a cura di Beppe Palomba per l’Accademia della Bussola . Roma, Galleria Studio Arte Quattro, 2010.

Fossili futuri / Accademia della Bussola; Centro Caprense – Capri, Museo di Paleontologia,2011.

Catalogo delle Quotazioni 2011 – 2012 – Ferrara, Casa editrice Alba,2011.

Stop allo 048 degli oggetti : Mostra d’arte contemporanea sulla tematica del rifiuto e della malattia / Associazione Ideattiva ; Ideazione e cura Daniela Aquilia. – Catania,2011.

Racconti d’Arte : progetto editoriale dell’Accademia della Bussola / a cura di Beppe Palomba. Napoli, Youcanprint, 2011.

Catalogo “La luce e il segno”. Roma, 2012.

Catalogo “Più falso del vero”. Napoli, 2012.

Calendario 2012 R.M.B. Spa Riciclo e Riutilizzo per la tutela dell’ambiente.

Arte Internazionale / un’esposizione a cura di Pino Nicoletti – Patrocinio del Comune di Matera e dell’Amministrazione Provinciale di Matera. Mediateca Provinciale Palezzo dell’Annunziata, 2012.

Catalogo stop allo 048 degli oggetti : Mostra d’arte contemporanea sulla tematica del rifiuto e della malattia / Associazione Ideattiva ; Ideazione e cura di Daniela Aquilia. – Catania, 2012.

 

CONTATTI

Via Altofonte n.77     90129  Palermo  

 Email: stefaniaverderosa@virgilio.it

Tel. 091 420441

Mobile 3271712680

 

Sito web: www.riciclarte.it/ verderosa-stefania

www.pittorica.com

www.pittorisiciliani.it

www.telemarket.it

www.artmajeur.com

www.museodelriciclo.it

 https://www.facebook.com/stefaniaverderosa60

www. Movimentoenergytracks.com

 

[40 Visualizzazioni]